Canditfrucht
Il marchio/L.Binaghi
Luigi (Gin) Binaghi nacque a Como il 1 ottobre 1890; morì il 23 dicembre 1978.

Espose alla Permanente di Milano nel 1917 e, successivamente, a Torino (Quadriennale del 1928), a Como, a Bologna, a Lecco e a Santiago del Cile.
Ricevette il Primo premio Lissone nel 1951.

Pittore di fama internazionale, si distinse anche per la Sua figura simpaticamente popolare, che in Città e non solo, non passava mai inosservata.
Persona decisamente originale, sempre pronta ad ascoltare e a dare una mano a chi ne avesse bisogno.

Amante vero della montagna e dei suoi paesaggi, effettuò diverse spedizioni alpinistiche, di cui due nelle Ande, che influenzarono profondamente i temi delle Sue pitture.
La spedizione del 1958 è rimasta nella storia: cinque alpinisti appartenti al CAI Sezione di Como (tra cui un 68enne Binaghi!), raggiunsero e battezzarono 11 cime dello Yucay, la montagna degli Incas in Perù, che all’epoca erano inviolate e nemmeno riportate nelle carte geografiche del paese.
Le undici cime sono situate nella Cordigliera dell’Urubamba, a nord ovest della città di Cuzco, dove si trovano le vette maggiori del gruppo dello Yucay, variabili tra i 5000 e i 5650 metri: di questi paesaggi Binaghi fece diverse opere.

Siamo molto orgogliosi del fatto che tra le opere del Binaghi vi sia anche lo studio del marchio della Canditfrucht S.p.A.

I suoi colori sono i colori della frutta che da sempre lavoriamo (arance rosse e ciliegie, limoni e cedri) e il logo, una ciliegia, rappresenta anche l’iniziale della Canditfrucht.

Questa realizzazione di Binaghi, nella sua semplicità e linearità si mantiene ancora, dopo ben 50 anni, un’opera moderna ed attuale: segno di un azzeccato e lungimirante intuito artistico.
Limoni
orange Moon
Anuga 2011